Scooter sharing a Firenze

Scooter sharing a Firenze: costi e come funziona

Attivato il servizio di scooter sharing a Firenze: quali sono i costi e come funziona il noleggio condiviso di scooter elettrici nel capoluogo toscano

14 dicembre 2020 - 18:12

Il noleggio condiviso di scooter, già partito da tempo a Milano, a Roma, a Torino e in altre città italiane, è attivo da alcune settimane anche a Firenze con due operatori a cui, prossimamente, se ne aggiungeranno di nuovi. Prevediamo un buon successo dello scooter sharing a Firenze, città che si presta benissimo all’utilizzo di ciclomotori e motorini elettrici per percorrerla o visitarla in lungo e in largo, anche nelle zone del centro storico solitamente off limits per gli altri veicoli. Vediamo pertanto quali sono i costi e come funziona lo scooter sharing nel capoluogo toscano.

SCOOTER SHARING A FIRENZE: MIMOTO

MiMoto a Firenze garantisce inizialmente una flotta di 50 scooter elettrici destinata a raddoppiare di numero nella prossima primavera (Covid permettendo). Ogni scooter è omologato per due passeggeri e ha in dotazione nel bauletto due caschi di misure diverse dotati di profumatori igienizzanti, cuffiette igieniche usa e getta e uno spray per caschi sanificante così da garantire la sicurezza. Per usare uno scooter di MiMoto basta iscriversi al servizio, localizzare il mezzo più vicino tramite app e, una volta terminato il noleggio, posteggiarlo in un qualunque punto consentito dal Codice della Strada all’interno dell’area coperta dal servizio (vedi sotto), che comprende il centro di Firenze oltre alle zone di San Niccolò, Bellosguardo, Romito, Novoli e Rifredi. Quanto costa? 0,26 euro al minuto, 4,90 euro all’ora e 19,90 euro al giorno. Sono inoltre disponibili diversi pacchetti che fanno risparmiare. Ulteriori informazioni qui.

SCOOTER SHARING A FIRENZE: ZIG ZAG

Ultima arrivata a Firenze (per ora), Zig Zag mette in strada 50 scooter elettrici modello Soco Cux. Le moto si prendono a nolo tramite l’app Zig Zag Sharing, necessaria anche per individuare il mezzo più vicino, prenotarlo e pagare la condivisione. Dopo l’utilizzo lo scooter dev’essere lasciato in tutti gli spazi delimitati da strisce bianche o blu all’interno dell’area di competenza. Per l’esordio a Firenze Zig Zag offre 40 minuti di noleggio gratuito, grazie al codice Firenze40 valido fino alla fine del mese di gennaio 2021. Per quanto riguarda invece le tariffe abituali, si pagano 0,26 euro al minuto, che diventano 9,90 euro per il noleggio di un’ora e 39 euro per quello giornaliero. Possibile anche acquistare gli Smart Packs da 50, 100, 200 e 400 minuti che riducono il costo fino a 0,19 euro al minuto. Nella tariffa sono inclusi anche casco e cuffie igieniche. Ulteriori informazioni qui.

SCOOTER SHARING A FIRENZE: BIT MOBILITY E ALTRI

A breve, ma non c’è ancora una data precisa, il servizio di scooter sharing a Firenze sarà fornito anche da un terzo operatore, BIT Mobility, che metterà a disposizione della cittadinanza ben 200 scooter elettrici Askoll eS2. BIT Mobility è infatti tra le società che hanno vinto il bando del Comune di Firenze per i servizi a flusso libero di auto, scooter e monopattini. A pieno regime circoleranno a Firenze ben 600 scooter condivisi: Ai 200 in arrivo di BIT Mobility, ai 100 (50 subito e 50 in primavera) di MiMoto e agli altri 50 di Zig Zag si aggiungeranno prossimamente ulteriori 50 di Adduma Car e 200 di Reby Italia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Immatricolazione moto nuova

Le 10 moto e scooter preferiti in Italia: classifiche 2021 per marca e modello

Moto 125 usate

Moto 125 usate: cosa controllare prima dell’acquisto

Moto 50

Moto 50: regole e differenze con le altre cilindrate