Scooter sharing a Torino

Scooter sharing a Torino: come funziona e prezzi

Alla scoperta dello scooter sharing a Torino: come funziona e quali sono i prezzi per noleggiare una moto condivisa nel capoluogo del Piemonte

28 ottobre 2020 - 18:41

Come funziona lo scooter sharing a Torino? E quali sono i prezzi? Il servizio di noleggio in condivisione degli scooter è arrivato nel capoluogo piemontese da non molto ma ha già raccolto un certo successo, tanto che adesso gli operatori sono diventati due e altri potrebbero aggiungersi a breve. Del resto il terreno è fertile trattandosi di una metropoli che conta quasi un milione di abitanti e che da tempo ha intrapreso una politica a favore della mobilità sostenibile. Nei prossimi paragrafi le informazioni più utili sullo scooter sharing a Torino.

SCOOTER SHARING A TORINO: MIMOTO

Attivo a Torino dall’autunno del 2018, il provider MiMoto ha distribuito in città circa 150 scooter 100% elettrici caratterizzati dal colore giallo. Il servizio è accessibile tramite una app gratuita, su cui è possibile localizzare il motorino più vicino, monitorare il livello di carica delle batterie e sbloccare il bauletto, al cui interno si trovano due caschi (lo scooter è biposto) e le relative cuffiette igieniche usa e getta. Alla fine del noleggio lo scooter dev’essere lasciato all’interno dell’area operativa, senza ostacolare i veicoli o i passaggi pedonali. Inoltre non è permesso lasciare in sosta i mezzi all’interno di proprietà private. Questi i prezzi di MiMoto: 0,26 euro al minuto, oppure 4,90 euro di tariffa oraria forfettaria o 19,90 euro giornaliera. Sono inoltre disponibili pacchetti convenienti per studenti universitari. Ulteriori informazioni qui.

SCOOTER SHARING A TORINO: ZIG ZAG

L’operatore di scooter sharing Zig Zag è giunto a Torino la scorsa estate con una flotta di 150 scooter elettrici che sono disponibili nel perimetro che va da Corso Siracusa-Trapani-Lecce a ovest, Corso Regina Margherita a nord, Lungo Po a est, Lingotto a sud, più le zone della Gran Madre e del Cimitero Monumentale. Le moto sono alimentate con un motore Bosch da 1,3 kW di potenza che consente di percorrere 70 km con una carica completa. La prenotazione si effettua mediante un’app, per poter noleggiare uno scooter bisogna essere maggiorenni, possedere una patente di guida valida e avere una carta di credito da cui scalare il costo del servizio. Per quanto riguarda i prezzi di Zig Zag, la tariffa al minuto è di 0,26 euro, quella oraria di 9,90 euro, quella giornaliera di 39 euro. E con gli Smart Packs si risparmia di più: acquistando per esempio un pacchetto da 400 minuti, un minuto di noleggio costa solo 0,19 euro. Ulteriori informazioni qui.

SCOOTER SHARING A MILANO E A ROMA

Recentemente abbiamo presentato anche i servizi di scooter sharing di Milano e di Roma. Nel capoluogo lombardo, indiscutibilmente la capitale italiana della mobilità condivisa, sono presenti ben 6 operatori di noleggio scooter a flusso libero (Acciona, Cityscoot, eCooltra, GoVolt, MiMoto e Zig Zag) mentre nella capitale ce ne sono 3 (Acciona, eCooltra e Zig Zag). Prossimamente parleremo anche dello scooter sharing presente in altre città.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incentivi moto e scooter 2021

Incentivi moto e scooter 2021 elettrici e ibridi: ok alla proroga

assicurazione moto da padre a figlio

Mascherina in moto e scooter: è necessaria?

Visto che il virus può rimanere sulle superfici come plastica e metallo anche per alcuni giorni, vediamo come sanificare e igienizzare moto e scooter

Come sanificare e igienizzare moto e scooter