Le moto possono circolare nelle Ztl

Coronavirus: in Francia mascherina obbligatoria sotto il casco

Nuove misure per arginare il Coronavirus. In Francia mascherina obbligatoria sotto il casco, ma le associazioni dei motociclisti protestano: "decisione sbagliata"

11 settembre 2020 - 22:01

In Francia il Coronavirus è tornato a far paura (solo oggi riscontrati quasi 10.000 nuovi contagi) obbligando le autorità locali a predisporre misure più stringenti per arginare la pandemia. A Parigi e nei dipartimenti limitrofi, per esempio, è stata reintrodotta la mascherina obbligatoria anche all’aperto, con la sola esclusione dei bambini al di sotto degli 11 anni, dei ciclisti e di chi pratica jogging. Invece tra coloro che sono obbligati a portare la mascherina ci sono, molto stranamente, i motociclisti. Nonostante l’uso del casco integrale rappresenti già una buona protezione contro il rischio di infezione.

MASCHERINA OBBLIGATORIA SOTTO IL CASCO: PROTESTE IN FRANCIA

Ne ha parlato in Italia il portale Insella.it riportando la protesta della Fédération Française des Motards en Colère, una delle associazioni di riferimento dei motociclisti francesi, secondo cui l’obbligo di indossare la mascherina sotto il casco è una decisione decisamente sbagliata, specie per due motivi: prima di tutto, come detto, chi monta un casco integrale è già sufficientemente protetto visto che naso e bocca sono coperti dalla visiera; inoltre l’utilizzo della mascherina sotto il casco è molto pericoloso durante la guida, perché favorisce l’appannamento di eventuali occhiali o della visiera stessa. Col rischio che a un certo punto il conducente veda poco o addirittura nulla!

CORONAVIRUS: IN FRANCIA I MOTOCICLISTI NON VOGLIONO L’OBBLIGO DI MASCHERINA

Ma qual è la ratio dell’obbligo di indossare la mascherina sotto il casco? Sembra che si voglia evitare la propagazione del virus nell’aria. Ma se così fosse dovrebbero metterla anche ciclisti e runner, che invece ne sono esentati. Senza contare che in sella alla moto i centauri rispettano molto meglio di altre categorie di utenti il distanziamento sociale. A questo proposito i Motards en Colère hanno citato uno studio effettuato da alcuni ingegneri aerodinamici secondo cui, a causa dell’aria espirata con maggiore forza dai polmoni, la distanza sociale dei ciclisti dovrebbe essere di almeno 10 metri, o addirittura 20 metri se pedalano in velocità, e di 5 metri per i runner.

MOTO E MISURE ANTI-COVID

Le associazioni dei motociclisti francesi stanno raccogliendo firme per convincere le autorità a togliere l’obbligo della mascherina sotto il casco. Nell’attesa resta valida la multa di 135 euro prevista in caso di infrazione. E in Italia, invece, come siamo messi? Premesso che da noi, per fortuna (e toccando ferro per il futuro), la situazione dei contagi è decisamente migliore che in Francia, le misure anti-Covid per chi circola in moto non fanno alcun cenno all’uso della mascherina prevedendo soltanto il rispetto del distanziamento sociale di un metro tra persone non conviventi (quindi in due sulla moto solo se si è conviventi).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danni al passeggero della moto

Bonus protetto moto: cosa copre la garanzia

Casco motorino 50

Casco motorino 50: si può usare quello per le bici?

Assicurazione atti vandalici moto

Assicurazione atti vandalici moto