Monopattino elettrico: dove lasciarlo dopo l’utilizzo?

Le regole sulla circolazione del monopattino elettrico: dove lasciarlo dopo l'utilizzo per evitare il cosiddetto parcheggio selvaggio?

30 maggio 2022 - 23:00

Ci sono persone che detestano i monopattini elettrici non tanto per la loro presunta pericolosità, dovuta soprattutto all’imprudenza dei conducenti, ma per l’intralcio che provocano su strade e marciapiedi a causa del parcheggio selvaggio. Effettivamente, specie nelle città che offrono il servizio di sharing, si vedono monopattini abbandonati un po’ dappertutto, spesso in spregio al comune senso civico. Eppure basterebbe poco per lasciarli in ordine, seguendo quelle poche e semplici regole che disciplinano la sosta. Vediamo dove lasciare un monopattino elettrico dopo l’utilizzo.

MONOPATTINO ELETTRICO: LE REGOLE DELLA SOSTA

La legge n. 156 del 9 novembre 2021 ha parzialmente modificato le regole che garantiscono la sicurezza della circolazione dei monopattini a propulsione prevalentemente elettrica, introducendo alcune disposizioni che riguardano specificamente la sosta di questi mezzi. In particolare si dispone che:

è vietato sostare sul marciapiede, salvo nelle aree individuate dai Comuni. I Comuni possono individuare tali aree, garantendo adeguata capillarità, privilegiando la scelta di localizzazioni alternative ai marciapiedi. Tali aree possono essere prive di segnaletica orizzontale e verticale, purché le coordinate GPS della loro localizzazione siano consultabili pubblicamente nel sito internet istituzionale del Comune;

– ai monopattini elettrici è consentita la sosta negli stalli riservati a velocipedi, ciclomotori e motoveicoli;

– i servizi di noleggio dei monopattini elettrici, anche in modalità free-floating, possono essere attivati esclusivamente con apposita delibera della Giunta comunale, nella quale devono essere previste anche le modalità di sosta consentite per i dispositivi interessati;

– gli operatori di noleggio di monopattini elettrici, al fine di scongiurare la pratica diffusa del parcheggio irregolare dei loro mezzi, devono altresì prevedere l’obbligo di acquisizione della foto al termine di ogni noleggio, dalla quale si desuma chiaramente la posizione dello stesso nella pubblica via (guarda per esempio come si è adeguata l’azienda svedese Voi con la funzione Parking Assistant).

La sanzione per la sosta con il monopattino elettrico sul marciapiede, ad esclusione delle zone designate, è una multa da 41 a 168 euro. Precisiamo che parcheggiare sul marciapiede è sempre vietato anche se si lascia il veicolo vicino al muro di un edificio.

MONOPATTINO ELETTRICO: DOVE LASCIARLO?

Quelle che abbiamo appena letto sono le regole specifiche per i monopattini elettrici. Poi ci sono le regole del Codice della Strada (e della buona educazione), valide per tutti i tipi di veicoli, monopattini compresi, che impongono per esempio di non lasciare i monopattini sulle rampe di accesso per i disabili e nei parcheggi a loro riservati, dinanzi alle porte di accesso di case e negozi, davanti ai passi carrabili e alle fermate del trasporto pubblico e in un qualsiasi altro punto dove possano arrecare fastidio a pedoni, bici e auto e, più in generale, alla circolazione stradale.

Di conseguenza è buona regola parcheggiare il monopattino elettrico, utilizzando sempre il cavalletto, in una rastrelliera per biciclette, in uno stallo per le moto o in un’area dedicata. Mettere il cavalletto è importante perché consente al monopattino di rimanere in posizione dritta e stabile, evitando una caduta che potrebbe rappresentare un intralcio per il passaggio di pedoni e veicoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi sicuri in moto 2021

Viaggi in moto all’estero: 5 cose da sapere

Come iscrivere una moto all'ASI

Come iscrivere una moto all’ASI?

Bici elettriche: multe più pesanti per chi le trucca