assicurazione moto da padre a figlio

Si può trasferire l’assicurazione moto da padre a figlio?

Domanda: quando si vende un veicolo, oppure quando viene rubato o rottamato, si può trasferire l'assicurazione moto da padre a figlio?

15 ottobre 2020 - 15:37

Per trasferire l’assicurazione moto da un veicolo all’altro è necessario che il motociclo o ciclomotore assicurato in precedenza sia stato rubato, venduto, ceduto in conto vendita, rottamato o esportato all’estero. Si tratta di condizioni abbastanza note, tuttavia persistono ancora dubbi sulla possibilità di trasferire l’assicurazione moto da padre a figlio. Si può fare? La risposta nei prossimi paragrafi.

TRASFERIRE L’ASSICURAZIONE MOTO DA PADRE A FIGLIO, SÌ O NO?

Il trasferimento di un’assicurazione RC moto è di solito concessa solo se il proprietario del vecchio e del nuovo veicolo coincidono (ossia sono la stessa persona), o se sono in comunione di beni. È possibile quindi trasferire la polizza da marito e moglie e viceversa, ma anche tra coppie di fatto o unite civilmente. L’unica discriminante richiesta è che siano in comunione di beni. Di conseguenza il contraente di una polizza moto abbinata a un veicolo di cui non è più in possesso NON può ‘passarla’ a una moto di proprietà del figlio. E il motivo è presto detto: il premio assicurativo viene calcolato anche sul rischio relativo alla persona, per cui non è consentito trasferire il medesimo rischio tra due soggetti diversi (con l’eccezione già riportata della comunione di beni).

Pertanto chi vuole per forza intestare la polizza al figlio deve prima risolvere il vecchio contratto e poi stipularne uno nuovo, verificando nel contempo se possiede i requisiti per usufruire della nuova RC familiare.

TRASFERIRE LA CLASSE DI MERITO RC MOTO DA PADRE A FIGLIO

La RC moto familiare, in vigore dal mese di febbraio 2020, è un’estensione della Legge Bersani che consente di utilizzare la classe di merito più favorevole presente nel proprio nucleo familiare (per esempio quella del padre o della madre, che di solito sono in classe 1) non più soltanto in caso di acquisto di un nuovo veicolo, ma anche al rinnovo della polizza. Inoltre si può usare la miglior classe di merito anche tra veicoli di tipologie diverse, per esempio chi assicura una moto può avvalersi della stessa classe di merito di un’auto e viceversa. Per beneficiare della miglior classe di merito in famiglia occorre presentare un attestato di rischio privo di sinistri con responsabilità esclusiva, principale o paritaria negli ultimi 5 anni.

CESSIONE CONTRATTO RC MOTO

La cessione del contratto RC moto riguarda invece la possibilità di cedere, appunto, il contratto di assicurazione di un veicolo venduto all’acquirente del veicolo stesso. In questo modo quest’ultimo può usufruire della polizza RC moto già in essere fino alla sua scadenza annuale. Tuttavia può usufruire solo della polizza ma non dell’attestato di rischio del venditore, per cui alla scadenza naturale del contratto l’acquirente deve stipularne un altro partendo dalla 14^ classe di merito, come fosse un neopatentato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto e posto di controllo

Moto e posto di controllo: regole di comportamento

Assistenza stradale moto

Assistenza stradale moto: cosa copre la garanzia

Documenti moto necessari

Documenti moto necessari per circolare: quali sono?