Assicurazione abbigliamento moto

Assicurazione abbigliamento moto: come funziona

Conosciamo meglio l'assicurazione abbigliamento moto: come funziona la garanzia accessoria che risarcisce i danni a indumenti tecnici e caschi

8 luglio 2020 - 21:44

Chi possiede un motociclo o un ciclomotore può sottoscrivere l’assicurazione abbigliamento moto, una garanzia accessoria, proposta da numerose compagnie assicurative, che consente di ricevere un indennizzo per i danni causati all’abbigliamento tecnico e al casco del conducente del veicolo assicurato. Una copertura non diffusissima ma sempre più richiesta, visto il costo per nulla banale di alcuni indumenti specifici per motociclisti.

L’ABBIGLIAMENTO TECNICO PER MOTOCICLISTI

I motociclisti che utilizzano il mezzo per lunghi viaggi o comunque con grande frequenza, hanno la necessità di indossare un abbigliamento adatto in termini di sicurezza e comfort, e dalle caratteristiche ben precise. Quindi giubbotti e pantaloni protettivi, stivali, guanti, indumenti intimi termici, paraschiena, saponette per le ginocchia, gilet fluorescenti, tute antipioggia, scaldacollo, sottocaschi e tutto ciò che serve per viaggiare in moto all’insegna della praticità e della sicurezza. E poi ovviamente i caschi, il cui utilizzo è obbligatorio per legge. L’abbigliamento tecnico per motociclisti ha un certo costo, specialmente i capi che proteggono dalle cadute, e in caso di danneggiamenti e rotture l’ammanco economico può rivelarsi parecchio oneroso. Per questo molti tutelano la spesa effettuata assicurando indumenti e casco.

COME FUNZIONA L’ASSICURAZIONE ABBIGLIAMENTO MOTO

Come spiegavamo all’inizio, l’assicurazione abbigliamento moto è una garanzia accessoria, cioè facoltativa, conosciuta anche col nome di minikasko abbigliamento. Esiste come garanzia a sé stante o come estensione di altre coperture, ad esempio assistenza stradale. In genere questa polizza assicurativa offre una tutela completa per i danni diretti e materiali all’abbigliamento tecnico e al casco del conducente della moto, a seguito di collisione per sua responsabilità totale o parziale con un altro veicolo a motore identificato. La copertura, quindi, interviene nel caso di incidente con colpa (nel caso di sinistro senza colpa ci penserebbe infatti la RC moto).

ASSICURAZIONE ABBIGLIAMENTO MOTO: LIMITI ED ESCLUSIONI

Normalmente questa assicurazione prevede un massimale, ossia un importo massimo del risarcimento, e ovviamente non opera per i sinistri determinati da dolo del conducente o del proprietario della moto o del contraente della polizza. È inoltre quasi sempre escluso il risarcimento per i danni che avvengono quando il conducente non ha la patente prevista per il tipo di veicolo, quando partecipa a gare o competizioni sportive, quando è sanzionabile per guida sotto effetto di alcool o sostanze stupefacenti, o quando la moto assicurata non avrebbe potuto circolare perché non in regola (p.es. perché con la revisione scaduta).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ciclomotori a tre ruote

Si può guidare la moto in ciabatte o infradito?

Noleggio a lungo termine moto e scooter

Moto: guida con patente non idonea, quali sanzioni?

Guidare la moto di un altro

Guidare la moto di un altro: obblighi e rischi