Monopattini elettrici casco

Monopattini elettrici: casco e assicurazione obbligatori?

In arrivo novità sui monopattini elettrici: un Disegno di legge vuole introdurre casco e assicurazione obbligatori, e non solo

23 giugno 2021 - 18:00

Andiamo verso l’obbligo di casco e assicurazione per i monopattini elettrici? La strada sembra tracciata dopo la presentazione al Senato di uno specifico Disegno di legge da parte di 14 senatori del PD, che si aggiunge a un altro già presentato alla Camera. Il nuovo Ddl prevede non solo l’obbligo del casco e dell’assicurazione RCA ma anche nuovi limiti di velocità per i minorenni e sanzioni più severe per chi trasgredisce le norme sull’uso dei monopattini elettrici.

IL NUOVO DISEGNO DI LEGGE SUI MONOPATTINI ELETTRICI

Il Ddl n. 2140 recante “Disposizioni in materia di sicurezza e di circolazione stradale dei monopattini a propulsione prevalentemente elettrica” e firmato dai senatori democratici Pittella, D’Arienzo, Paola Boldrini, D’Alfonso, Fedeli, Ferrazzi, Giacobbe, Iori, Laus, Manca, Rojc, Stefano, Taricco e Valente, ha l’obiettivo di porre fine all’uso ‘selvaggio’ dei monopattini elettrici introducendo misure più rigide sia per i privati che per le società che gestiscono il noleggio in condivisione (sharing). I tempi per l’eventuale approvazione sono comunque incerti, non essendo stato neppure calendarizzato l’avvio della discussione in Commissione Lavori Pubblici al Senato. Ma soprattutto si vorrebbe arrivare in Aula con un testo unificato rispetto a quello già presentato alla Camera dei Deputati, così da avere maggiori probabilità di successo.

MONOPATTINI ELETTRICI: CASCO E ASSICURAZIONE OBBLIGATORI? LE PROPOSTE DEL DDL

In attesa di novità vediamo i punti principali del Disegno di legge che vorrebbe introdurre assicurazione e casco obbligatori per chi usa i monopattini elettrici:

– obbligo per il titolare del monopattino elettrico di stipulare una polizza di assicurazione per la responsabilità civile, a tutela del conducente e dei terzi in caso di incidenti con persone, animali o cose (pena una sanzione da 500 a 1.500 euro);

– obbligo per il conducente del monopattino elettrico di utilizzare, durante la circolazione stradale, un casco protettivo omologato e il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità (pena una sanzione da 83 a 332 euro + fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni);

– e obbligo per i titolari di imprese di noleggio di monopattini elettrici di dotare i propri mezzi di un’assicurazione per la responsabilità civile in grado di coprire i danni provocati dai conducenti o gli incidenti al conducente, nonché di fornire al conducente stesso, in caso di richiesta qualora ne sia sprovvisto, il casco protettivo e il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. Tali società devono inoltre garantire l’abilitazione al noleggio del mezzo esclusivamente previa verifica, anche in modalità telematica, dell’età del conducente e della disponibilità da parte dello stesso del casco protettivo e del giubbotto/bretelle. La mancata osservanza di soltanto uno di questi obblighi comporterebbe per la società di noleggio una multa da 500 a 3.000 euro + fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni. Stessa multa per i conducenti che rilasciano dichiarazioni non veritiere relativamente all’età e al possesso del casco.

ALTRE MODIFICHE AL REGOLAMENTO DEI MONOPATTINI ELETTRICI

Altre possibili modifiche all’attuale regolamento sull’utilizzo dei monopattini elettrici consisterebbero nel:

– limitare, ai conducenti tra i 14 e i 18 anni di età, l’uso dei monopattini elettrici a chi è titolare di almeno la patente AM e nelle sole aree e percorsi pedonali, a una velocità non superiore a 6 km/h, e su percorsi o corsie ciclabili, a una velocità non superiore a 12 km/h (pena una sanzione da 100 a 1.500 euro + fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni). Per favorire il rispetto dei suddetti limiti di velocità, ai giovani di età compresa tra 14 e 18 anni si vieterebbe di utilizzare monopattini elettrici privi di un apposito regolatore di velocità già tarato su quei limiti;

– vietare di condurre un monopattino elettrico utilizzando contestualmente il telefono cellulare o qualsiasi altro mezzo di comunicazione, oppure utilizzando cuffie o dispositivi di ricezione o lettori audio (pena una sanzione da 83 a 332 euro + fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni);

– vietare di condurre un monopattino elettrico dopo aver assunto bevande alcoliche o sostanze stupefacenti (pena una sanzione da 168 a 678 euro qualora si accerti un tasso alcolemico compreso tra 0 e 0,5 g/l e raddoppio dell’importo qualora un conducente in tale stato provochi un incidente, e una sanzione da 1.500 a 6.000 euro e l’arresto da 6 mesi a 1 anno per l’uso di stupefacenti. In entrambi i casi si applica pure il fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni);

– vietare la fermata e la sosta sui marciapiedi o in altre aree di circolazione stradale o in aree pedonali, salvo diversa segnalazione (pena una sanzione da 41 a 168 euro è + la rimozione del monopattino). I Comuni sono però chiamati a predisporre degli appositi stalli per i monopattini.

Qui il testo integrale del Ddl n. 2140.

CASCO E ASSICURAZIONE OBBLIGATORI PER I MONOPATTINI ELETTRICI? ALCUNE CONSIDERAZIONI

Precisiamo che queste proposte fanno parte di un Ddl non ancora approvato, dunque non sono in vigore. Vedremo nel prossimo futuro cosa succederà. Detto questo permetteteci alcune riflessioni: premesso che la sicurezza stradale ci sta a cuore prima di ogni altra cosa (ci chiamiamo non a caso SICURmoto.it), allo stesso tempo riteniamo queste nuove norme, non tutte ma alcune, difficilmente applicabili nella realtà e in qualche caso perfino vessatorie. Al punto da far sorgere il sospetto che il vero obiettivo del Ddl sia quello di disincentivare l’utilizzo dei monopattini elettrici. Ad esempio, quanto costerà l’assicurazione RCA, come se di oboli da pagare non ne avessimo già abbastanza? Come faranno le società di noleggio a fornire casco e bretelle a tutti i richiedenti? Ciò comporterà un aumento della tariffa del noleggio col rischio di mandare all’aria l’intero business dello sharing? Domande che necessiterebbero una risposta prima di approvare la legge…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mascherina in moto: il 27% la userà per proteggersi dallo smog

Protezioni moto: meglio i tamponi telaio o il paramotore?

Trasporto moto

Trasporto moto: come fare e a chi rivolgersi