Moto da strada

Moto da strada: come prepararla per un viaggio

Per i cultori delle moto da strada, ecco come prepararle per un lungo viaggio on the road, da soli oppure in coppia. Con consigli e suggerimenti utili

21 aprile 2021 - 21:51

Le moto da strada sono l’ideale per un viaggio on the road, a patto però di organizzarsi bene e soprattutto di preparare il mezzo (e se stessi) ad affrontare centinaia di km. Nelle prossime righe daremo quindi qualche consiglio utile per deve preparare un lungo viaggio in moto, affinché possa affrontare il tragitto in totale comfort e sicurezza.

PREPARARE LA MOTO PER IL VIAGGIO

Affrontare un viaggio in moto non è cosa da tutti: occorrono accortezza nella guida, resistenza alle condizioni climatiche e una buona dose di spirito di avventura. Ma prima di tutto c’è bisogno di un mezzo che non faccia scherzi. Le moto stradali, o meglio ancora le enduro stradali, garantiscono affidabilità totale, ma vanno preparate bene. Prima della partenza è fondamentale controllare quanto meno candele, olio, pneumatici, freni e catena. E poi dotarsi di un kit di riparazione per le gomme (sapendo ovviamente come usarlo) e di una tuta antipioggia. Non devono mancare neppure una torcia elettrica e una piccola valigetta con dei medicinali. Ma come si sistema tutta questa roba? Per saperlo leggete la nostra guida su come trasportare i bagagli in moto.

VIAGGIO IN MOTO: L’ABBIGLIAMENTO

L’abbigliamento tecnico è importante quando si va in moto tutti i giorni, figuriamoci se si parte con l’obiettivo di macinare centinaia di km. Lo stretto necessario sono una giacca tecnica ‘4 stagioni’ per affrontare qualunque tipo di clima, e poi paraschiena, guanti, pantaloni protettivi e stivali. E non partite senza un paio di scarpe comode per dare ogni tanto sollievo ai piedi. Naturalmente molto dipende dal clima, ad esempio se fa freddo è meglio proteggersi con indumenti intimi tecnici. Sconsigliato mettersi in viaggio con un casco nuovo di zecca: dato che bisogna indossarlo per lunghe ore consecutive il casco dev’essere già ampiamente testato per essere sicuri che non dia alcun fastidio alla testa.

MOTO DA STRADA: E SE SI VIAGGIA IN DUE?

Viaggiare da soli è bello ma in due è ancora meglio, specie se il passeggero condivide la stessa passione per le moto da strada. Ma attenzione, trasportare un passeggero richiede una maggiore cura non solo nel condurre il mezzo ma anche nel prepararlo. Ecco alcune accortezze da rispettare:

– regolare il precarico della molla dell’ammortizzatore posteriore affinché il peso non venga scaricato troppo sulla ruota, cosa che potrebbe causare qualche problema nel mantenere la traiettoria;

– controllare la pressione degli pneumatici della moto altrimenti si rischia di usurare le gomme in modo non uniforme, con influenze negative anche sulla guida;

– dotarsi di interfono per caschi per comunicare durante il viaggio in moto: non tanto, o comunque non solo, per chiacchierare, quanto per permettere al passeggero di fare quasi da navigatore, fornendo utili dettagli sul tragitto che magari sono sfuggite al pilota, oppure per dargli maggiori indicazioni sul pagamento dei pedaggi e sul rifornimento di carburante.

Ora che siete finalmente pronti per partire scoprite le 5 cose da sapere prima di fare un viaggio in moto all’estero e i 5 itinerari da non perdere.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Patente a punti

Patente a punti: come funziona per le moto

Costa Amalfitana in moto

Costa Amalfitana in moto: l’itinerario da seguire

Scarico moto: conviene cambiarlo?