Sabbia e buche, per evitarle meglio non stare troppo a destra

21 ottobre 2009 - 5:00

Non viaggiate troppo a destra della carreggiata (soprattutto nelle strade urbane): questo consiglio è in disaccordo con le regole della strada, ma – fidatevi – in Italia tenersi troppo a destra guidando la moto è un’acrobazia.

Solitamente sulla destra abbiamo le peggiori buche; ci sono gli apritori selvaggi di portiere; i tombini in dislivello di una pertica, la sabbia e i bambini che sbucano improvvisamente. Bisogna necessariamente risparmiarsi un po’ di spazio di manovra a destra per far fronte ad eventuali imprevisti.

L’ideale sarebbe sfruttare la parte di asfalto dove passano le ruote delle auto, con attenzione però, perchè pullula di buche anche se solitamente meno profonde. In questo modo abbiamo un minimo di protezione in caso di ghiaccio, polvere e anche acqua, perchè quella zona è “gommata”- appunto – dagli altri mezzi più pesanti che passando la puliscono: esattamente come avviene in pista.

more

Che dire poi della fetida sabbiolina antighiaccio che si accumula ai bordi (e al centro) delle rotonde e delle curve? E la neve accumulata che si scioglie? Le pozzanghere con dentro i (poveri) cugini ciclisti che affogano?

Anche in questo caso meglio non improvvisare pieghe da moto GP prendendo in considerazione anche i bordocurva: mantenere l’assetto sfruttando lo stesso spazio di un’auto, senza sbordare, non sarà “figo” come far fare le scintille alle pedaline, ma almeno ci da la sostanziosa sicurezza che da quella rotonda (o curva) usciremo con la moto tutta intera.

In definitiva: rimanendo moderatamente al centro della corsia si ha maggior spazio a disposizione per manovrare in caso di imprevisti, da qualunque parte provengano.

1 commento

Frank
0:00, 7 giugno 2017

e che dire delle rotatorie sporche di olio lasciato da mezzi pesanti, carrelli appendice che trasportano barche o altri mezzi che disinvoltamente lasciano serbatoi e taniche schizzare sostanze oleose senza minimamente preoccuparsi di questo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Come affrontare il caldo in moto: i consigli del medico

Corso di guida sicura moto: la nostra giornata a Misano

Air Tender: come funzionano le sospensioni italiane dell’Africa Twin