Furti moto in Italia: il 64% dei motocicli non viene ritrovato

In 6 regioni avviene l’80% dei furti moto: ecco il bilancio e la top 10 dei modelli più rubati in Italia

28 luglio 2021 - 16:19

Il bilancio dei furti moto nel 2020 rivela che ogni giorno sono stati rubati circa 70 motoveicoli in Italia. Un fenomeno che non regredisce, parallelamente alle moto e scooter di cui si perdono le tracce. Il maggior numero di furti moto avviene in 6 regioni con l’Honda SH in testa ai modelli di moto più rubate in Italia. Ecco i numeri pubblicati da una nota azienda di sistemi di tracciamento GPS.

FURTI MOTO E SCOOTER IN ITALIA NEL 2020

Le limitazioni agli spostamenti per Coronavirus hanno frenato inevitabilmente anche i furti moto in Italia. Nonostante la diminuzione registrata nel 2020, ogni giorno sulle strade italiane sono state rubate 70 moto, una media di 3 ogni ora. Al trend dei furti in calo (-25% vs 2019) si è accompagnato anche l’andamento dei ritrovamenti e recuperi, che sono scesi al 36%. Per essere più chiari, sul totale di 25.273 motocicli rubati solo 9.336 sono stati restituiti ai proprietari. Il fenomeno dei furti è particolarmente fiorente in sei regioni dove si concentra oltre l’80% del fenomeno. A guidare la classifica delle regioni meno sicure per i possessori di moto è la Campania con quasi 6.000 furti (5.896), seguita da Lazio (4.349) e Sicilia (4.251). In Campania c’è la probabilità più bassa di ritrovamento: solo 1 motociclo rubato su 5 viene ritrovato.

LA CLASSIFICA DEI FURTI MOTO E SCOOTER

La top 10 delle moto più rubate conferma lo scooter Honda SH (6.887 casi nel 2020) che è anche il più venduto da nuovo. In media il 25% degli scooter rubati è un SH. Ecco la classifica dei modelli più rubati dai ladri nel 2020, dopo lo scooter Honda:

– Piaggio Liberty: 2.094;

– Vespa: 1.844;

– Aprilia Scarabeo: 1.726;

– Piaggio Beverly: 937;

– Yamaha T-Max: 513;

La classifica si chiude 4 modelli che, in media, registrano meno di 400 furti l’anno, sono pertanto i modelli meno appetibili agli occhi dei ladri: Agility, People, APE e Majesty.

COME EVITARE IL RISCHIO DI FURTO MOTO

Sicuramente il modo migliore per evitare i furti moto è parcheggiare in un box custodito e chiuso, ma anche montare un buon sistema antifurto meccanico ed elettronico. Ecco i consigli da adottare quando invece ci si trova a parcheggiare la moto o lo scooter in strada:

– Parcheggia sempre in luoghi illuminati, vicino a zone trafficate;

– Utilizza un antifurto meccanico, legando la moto a qualcosa di resistente una parte della moto difficile da smontare (telaio o forcella);

– Un sistema di allarme sonoro può attirare meglio l’attenzioni dei passanti;

– Un sistema GPS può velocizzare il ritrovamento, che se non avviene entro 48 ore diventa improbabile;

– Un telo copri moto può impedire al ladro di riconoscere un modello specifico che sta cercando (quando il furto è su commissione). Spesso anche il dubbio che sia danneggiato o vecchio scoraggia i tentativi di effrazione e furto all’interno di un cancello privato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Strisce blu moto

Strisce blu: le moto possono parcheggiare?

Noleggio scooter Napoli: regole dello sharing

Test ebike 2021: 7 modelli da città fino a 115 km di autonomia