Le batterie allo stato solido per moto e scooter diventano realtà

Grazie alla maggiore densità energetica, le batterie allo stato solido rappresenteranno il futuro delle moto elettriche

14 marzo 2022 - 17:30

Una delle principali tecnologie per il futuro della mobilità a zero emissioni è rappresentata dalle batterie allo stato solido, destinate a diventare un riferimento per auto e moto oltre che per i più agili scooter elettrici. Si tratta di un vero e proprio salto in avanti che consentirà ai veicoli a zero emissioni di poter contare su maggiore autonomia a parità di ingombro del pacco batterie. La maggiore densità energetica delle batterie allo stato solido per moto rappresenterà un parametro fondamentale per la crescita e la diffusione della mobilità a zero emissioni. In particolare, le moto e gli scooter, dove gli spazi sono limitati ed ogni centimetro cubico conta, troveranno enorme beneficio nel passaggio alle batterie allo stato solido. I vantaggi non si fermano qui. Questa tecnologia offre anche più sicurezza e tempi di ricarica ridotti. Il settore della mobilità a due ruote si prepara, quindi, ad un importante passo in avanti.

LE BATTERIE ALLO STATO SOLIDO: UNA TECNOLOGIA FONDAMENTALE PER LE MOTO A ZERO EMISSIONI

Nelle attuali batterie agli ioni di litio, punto di riferimento della maggior parte dei veicoli a zero emissioni, gli elettroni possono spostarsi dal polo negativo (l’anodo) al polo positivo (il catodo) grazie alla presenza di un elettrolita, generalmente come amalgama. Come lascia intendere anche il nome, le batterie allo stato solido possono contare su un elettrolita presente allo stato solido ricoprendo però la stessa funzione di un elettrolita allo stato liquido presente nelle batterie agli ioni di litio. Il passaggio allo stato solido garantisce una serie di vantaggi aggiuntivi. La densità energetica è maggiore. A parità di dimensioni, quindi, le batterie allo stato solido potranno garantire autonomia maggiore alle auto e soprattutto alle moto, dove gli spazi sono decisamente più limitati. Allo stesso modo, è possibile realizzare batterie più piccole e leggere garantendo la stessa autonomia delle soluzioni attuali. Anche in questo scenario, il passaggio alle batterie allo stato solido per le moto sarà fondamentale.

LE BATTERE ALLO STATO SOLIDO PER LE MOTO SONO GIA’ REALTA’

La tecnologia alla base delle batterie allo stato solido è tutt’altro che futuristica. Si tratta di una soluzione reale che trova già da tempo applicazioni in vari settori industriali. Uno dei principali freni alla diffusione di queste soluzioni è il costo, ancora superiore a parità di capacità, rispetto alle batterie con elettrolita allo stato liquido. Questa differenza si sta riducendo e l’arrivo di nuove soluzioni che supportano questa tecnologia lo conferma. È di pochi giorni fa, infatti, la notizia della presentazione della prima batteria sostituibile allo stato solido per moto e altri veicoli leggeri. Il progetto è firmato Gogoro, azienda taiwanese che da tempo rappresenta un riferimento del settore per quanto riguarda le batterie sostituibili per veicoli elettrici a due ruote. Il prototipo sviluppato da Gogoro consentirà di portare la capacità del pacco batterie sviluppato dall’azienda da 1,7 kWh a 2,5 kWh a parità di peso e dimensione.

UNO STEP EVOLUTIVO PER LE MOTO ELETTRICHE GRAZIE ALLA MAGGIORE DENSITA’ ENERGETICA

Le nuove batterie allo stato solido per moto e altri veicoli elettrici a due ruote rappresenta un importante step evolutivo per tutto il settore. La soluzione proposta da Gogoro, infatti, garantisce un incremento del +40% della densità energetica. A parità di ingombro e peso, quindi, i veicoli elettrici potranno garantire un’autonomia nettamente superiore. In alternativa, sarà possibile ridurre il peso e il volume del pacco batterie per alleggerire il veicolo e renderlo più adatto ad un utilizzo cittadino in cui l’autonomia elevata non rappresenta il parametro principale. L’applicazione della tecnologia delle batterie allo stato solido per le moto, quindi, può rappresentare la spinta decisiva verso l’elettrificazione completa del settore delle due ruote. La semplicità di sostituzione rappresenta un plus notevole, in grado di ridurre ulteriormente i possibili problemi legati all’autonomia ridotta.

MAGGIORE SICUREZZA E TEMPI DI RICARICA RIDOTTI

Le batterie allo stato solido per le moto rappresentano un’importante risorsa anche per la leggerezza e maggiore densità energetica. Queste soluzioni, infatti, garantiscono un notevole incremento in termini di sicurezza. La presenza di uno strato ceramico sottile riduce il rischio incendio  delle batterie agli ioni di litio. Gli elettroliti solidi sono, inoltre, più resistenti alle alte temperature rispetto a quelli liquidi. Di conseguenza, è possibile aumentare la potenza della ricarica, riducendo i tempi d’attesa per una carica completa. La combinazione di questi due elementi rende le batterie allo stato solido la tecnologia probabilmente decisiva per la diffusione delle moto elettriche. Potrebbero bastare pochi anni per rende le batterie allo stato solido il riferimento del mondo delle due ruote a zero emissioni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Test bici bambini: 12 modelli 2022

Noleggio scooter Napoli

Scooter elettrici con l’Ecobonus 2022: al via le prenotazioni

Incentivi moto 2022

Incentivi moto 2022 anche a benzina: cosa si può comprare