Motorino elettrico

Motorino elettrico: si può andare in due?

Regole da sapere sul motorino elettrico: si può andare in due in sella a uno scooter o ciclomotore con potenza fino a 4 kW?

13 ottobre 2021 - 12:33

In sella a un motorino elettrico si può andare in due? I ciclomotori e gli scooter elettrici, sia di proprietà che a noleggio condiviso, sono sempre più diffusi, ma non tutti hanno ben chiare le norme che regolano la circolazione di questa tipologia di mezzi. Proviamo dunque a sgombrare tutti i dubbi a beneficio dei conducenti di motorini elettrici e di coloro che stanno pensando di acquistarne uno.

CARATTERISTICHE DI UN MOTORINO ELETTRICO

Naturalmente per motorino elettrico intendiamo un ciclomotore o uno scooter con potenza nominale continua massima inferiore o uguale a 4 kW, che sono l’equivalente dei cinquantini con motore termico e si possono guidare già a partire dai 14 anni di età conseguendo la patente AM. Il Codice della Strada non fa distinzioni tra ciclomotori a motore termico e ciclomotori a motore elettrico, prevedendo per entrambi le medesime regole:

– velocità massima fino a 45 km/h;

– conducibili dai 14 anni con la patente AM;

– obbligo del casco;

– possesso di un certificato di circolazione contenente i dati di identificazione e costruttivi del veicolo, e di una targa che identifica l’intestatario del certificato di circolazione.

Non è mai possibile guidare uno scooter elettrico senza patente: i mezzi che vengono eventualmente venduti come tali sono in realtà bici elettriche a pedalata assistita, anche se somigliano nel design e nel peso ai normali motorini, e rientrano nella categoria dei velocipedi.

MOTORINO ELETTRICO: SI PUÒ ANDARE IN DUE?

E veniamo alla nostra domanda iniziale: si può andare in due sul motorino elettrico? Non essendoci, come detto, differenze a livello normativo tra moto e ciclomotori con diversa alimentazione, fa sempre fede l’articolo 170 comma 2 del CdS secondo cui “sui ciclomotori è vietato il trasporto di altre persone oltre al conducente, salvo che il posto per il passeggero sia espressamente indicato nel certificato di circolazione e che il conducente abbia età superiore a 16 anni”. Il comma 3 specifica poi che “sui motocicli e sui ciclomotori a due ruote l’eventuale passeggero deve essere seduto in modo stabile ed equilibrato, nella posizione determinata dalle apposite attrezzature del veicolo”. Mentre il comma 1-bis ricorda che “sui motocicli e sui ciclomotori a due ruote è vietato il trasporto di minori di anni 5”.

Per cui, ricapitolando, in sella a un motorino elettrico (scooter o ciclomotore fino a 4 kW di potenza) si può andare anche in due ma solo se il conducente ha almeno 16 anni e il veicolo risulta espressamente omologato per due persone. Invece i conducenti di età compresa tra 14 e 16 anni e in possesso della patente AM possono condurre i motorini elettrici ma non possono trasportare passeggeri. Inutile precisare che anche il passeggero deve sempre indossare il casco.

MOTORINO ELETTRICO OMOLOGATO PER DUE: COME SI VERIFICA

Per verificare che il motorino elettrico risulti omologato per due persone occorre controllare il certificato di circolazione. Il numero dei posti a sedere omologati è riportato nel campo S.1. Pertanto se questo campo riporta il numero 2, lo scooter è omologato per 2 persone compreso il conducente; se invece riporta il numero 1, lo scooter è omologato per una sola persona, ossia il solo conducente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Area C Milano

Area C Milano: moto e ciclomotori pagano?

Revoca patente moto

Revoca patente moto: quando si verifica

Test Scooter elettrici per anziani: 7 modelli a confronto