Tutela legale moto: come funziona l’assicurazione

Focus sulla garanzia Tutela Legale moto: come funziona l’assicurazione che offre assistenza in caso di controversie a seguito di incidente stradale

6 dicembre 2021 - 14:00

Il timore di incorrere in dispute legali anche gravi, con relativo esborso economico, a seguito di un sinistro stradale spinge molti motociclisti a sottoscrivere la garanzia facoltativa Tutela Legale moto. Ma come funziona questa assicurazione e cosa copre nello specifico? Proviamo a riassumerlo nelle prossime righe.

CHE COS’È LA GARANZIA TUTELA LEGALE MOTO

In genere l’assicurazione Tutela Legale moto (ma esiste per ogni tipo di veicolo) offre assistenza in caso di controversie a seguito di incidente stradale, coprendo le spese legali qualora sia necessario l’intervento di un avvocato e di altri professionisti (ad esempio un perito). Se il contratto lo prevede la polizza opera anche in caso di difesa penale, una condizione quanto mai necessaria specie dopo l’introduzione dei reati di omicidio stradale e di lesioni gravi e gravissime. A questo proposito giova ricordare che certi ‘inconvenienti’ non capitano solo ai conducenti spericolati e maldestri, perché in realtà basta una banale distrazione o un colpo di sfortuna per mettere nei guai anche il motociclista più esperto e prudente.

Negli anni la garanzia Tutela legale ha ampliato le sue coperture e oggi può assistere l’assicurato anche in eventuali cause sorte per riparazioni fatte male o a seguito di compravendite, finanziamenti e leasing del veicolo. Inoltre offre assistenza nelle controversie derivanti da contratti di riparazione (prima di stipulare la polizza verificare sempre le condizioni del contratto).

TUTELA LEGALE MOTO: RITIRO PATENTE DI GUIDA

Alcune compagnie assicurative includono nella copertura della garanzia Tutela Legale moto anche il ricorso contro il ritiro della patente o il sequestro del mezzo. A seconda delle clausole contrattuali questa possibilità viene offerta a tutti oppure soltanto ai datori di lavoro e prevede, in questo caso, la corresponsione di un’indennità giornaliera all’azienda assicurata qualora venga sospesa temporaneamente o ritirata la patente a un suo dipendente. Sono anche previste le garanzie recupero punti e rifacimento patente.

ASSICURAZIONE TUTELA LEGALE MOTO: PRINCIPALI ESCLUSIONI

È sempre importante prestare attenzione alle esclusioni di copertura previste dalla polizza, segnalate dettagliatamente all’interno del contratto. Di solito questa garanzia non copre le violazioni conseguenti a fatto doloso (ossia se il sinistro è provocato volontariamente dall’assicurato), le spese superiori ai massimali indicati in polizza e quelle sotto la franchigia. Infatti anche l’assicurazione Tutela Legale moto, come tutte le altre, prevede una franchigia e un massimale. Occorre sempre tener presente che le coperture inserite nella polizza Tutela Legale sono caratterizzate da un massimale, quindi in base al tipo di servizio richiesto si ha a disposizione un’indennità limitata dalle clausole di quella specifica voce.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Furto moto

Furto moto: cosa fare se viene ritrovata

Moto su neve e ghiaccio: le regole del Codice

Sosta moto sul marciapiede

Sosta moto sul marciapiede: quando è permessa?