7 errori da non fare con l’acquisto della prima moto

Come evitare che l’acquisto della prima moto sia un’esperienza da dimenticare: ecco gli errori da non fare e i consigli nella scelta della moto più adatta

14 gennaio 2020 - 10:28

Negli ultimi anni le moto sono tornate un oggetto del desiderio, ma questo ha portato gli utenti a valutare le moto con parametri troppo soggettivi e poco pratici. Oltre ad appagare i sensi, le due ruote devono poter essere usate tutti i giorni e sottovalutare l’importanza di certi aspetti, al momento dell’acquisto della prima moto, può influire negativamente su tutta la futura esperienza motociclistica. Se in passato vi abbiamo dato i nostri consigli tecnici fondamentali dopo l’acquisto prima moto, ecco i gli errori più frequenti da non fare con l’acquisto della prima moto.  

1.ACQUISTO LA PRIMA MOTO BASANDOMI SULLE FOTO

Spesso la storia di un motociclista parte dalla foto su una rivista, ma le immagini possono ingannare. Alcune fanno sembrare bellissime moto mediocri, mentre altre non rendono la bellezza di moto dalle linee particolari, quindi non basatevi solo sulle immagini per l’acquisto della moto. Chi ci segue sa che per noi la moto ha tre facce: in foto, da vicino e su strada, quindi prima di scegliere la vostra prima moto, fate una selezione delle moto più interessanti, andate a vederle da vicino, nelle concessionarie ed osservatele attentamente.

2.ACQUISTO LA PRIMA MOTO SENZA TOCCARLA

La moto non si guida, si indossa ed ogni moto ha una sua ergonomia. Chi viene dalle auto o dagli scooter, è abituato a sedersi e guidare. Per le moto, però non è così. Tra le altre valutazioni per la scelta della vostra prima moto, non trascurate la posizione in sella. La distanza da terra, la forma della sella, l’altezza, la posizione delle pedane, la distanza del manubrio, influiscono direttamente sull’esperienza di guida. Sedendovi sulla moto, poi, osserverete molto più da vicino tanti dettagli, che sarebbero potuti sfuggire.

3.ACQUISTO LA PRIMA MOTO FIDANDOMI DI INTERNET

Come i social sono pieni di gente che parla a vanvera, così i forum sono letteralmente imbottiti di falsi esperti dalle conclusioni spesso del tutto personali. Se cercate sul web un parere su una moto, fidatevi solo di siti ufficiali o specializzati. La cosa migliore, però, è sempre parlare con chi ce l’ha o con chi l’ha avuta ed anche in questo caso, tenete presente che le opinioni possono cambiare da persona a persona: la scelta della vostra prima moto sarà sempre una scelta personale.

4.ACQUISTO LA PRIMA MOTO SENZA PENSARE A CHE MI SERVE

Se nel passato esistevano solo tre o quattro tipi di moto, ora le case hanno ampliato i listini fino all’inverosimile ed esistono tantissime possibilità diverse per chi sta valutando l’acquisto della prima moto. Una delle prime domande da farsi, quindi, è “che ci devo fare?“. Sarà poi facile decidere tra un’agile enduro, una brillante naked, una cross over da viaggio o un’elegante vintage. Scegliere la moto sbagliata per le proprie esigenze, rende l’acquisto deludente e tanti, così, decidono di abbandonare il motociclismo per sempre. Tra le altre cose non bisogna sottovalutare il frazionamento del motore, che è una caratteristica importante delle moto. Dovendo scegliere tra 1, 2, 3 o 4 cilindri, tenete presente che il mono è il meno potente, ma il più aggressivo, mentre il 4 è il più potente, ma ha bisogno di salire di giri. In questi anni si è sviluppata una tendenza tecnica fortissima che spinge verso il bicilindrico in linea, che unisce il peso ed i costi di produzione del mono, alla regolarità dei pluricilindrici. Le case lo propongono da 300 a 1100cc ed è sicuramente il motore del momento.

5.ACQUISTO LA PRIMA MOTO BASANDOMI SUI PRECONCETTI (DEGLI ALTRI)

I motociclisti sono sempre stati simpaticamente faziosi. Per ognuno di loro la sua moto o il suo marchio motociclistico, sono i migliori al mondo. In realtà tutte le moto sono a modo loro ugualmente belle ed efficaci. Credere alle leggende metropolitane sulle moto “migliori del mondo”, “indistruttibili” o “facilissime da rivendere” può causare delusioni cocenti. Un marchio più prestigioso, infine, avrà probabilmente costi più alti di manutenzione e ricambi. Per non fare questi o altri errori nella scelta della vostra prima moto, leggete il nostro articolo.

6.ACQUISTO LA PRIMA MOTO, MA NON E’ COME UNO SCOOTER

Negli scooter, il motore è sempre in coppia, grazie al silenzioso variatore, che cambia continuamente il rapporto di trasmissione (la “marcia”). I motori con il cambio, invece, hanno bisogno di salire di giri per rendere bene e perciò o si prende velocità oppure, se non si può, si scala una marcia. Per questo motivo, chi pensa che una moto di pari cilindrata e cavalli abbia la stessa dinamica di guida di uno scooter, commette un errore. Secondo noi la potenza ideale per una prima moto facile ma non noiosa, è tra 4o e 50 CV, che è anche il limite per i neopatentati. Se poi vi appassionerete e vorrete salire di livello, lo potrete fare con la seconda e la terza moto. Una buona risorsa sono anche le moto depotenziate, che dopo un breve apprendistato possono essere riportate ai loro 90-95 CV. Ovviamente bisogna sempre pensare che motori di cilindrata e potenza maggiori, porteranno costi di gestione più alti. Per esempio, per calcolare il bollo della vostra prossima moto, potete farlo sul sito dell’ACI. Lo stesso vale per l’assicurazione della prima moto: individuate una rosa di modelli e fate vari preventivi con i dati fiscali alla mano.

7.ALTRI MOTIVI PER CUI SCEGLIERE BENE LA PRIMA MOTO

Chi passa dallo scooter (o dall’auto) alla sua prima moto,  pensa di aver fatto un semplice salto di qualità, ma vi abbiamo già spiegato in questo articolo che non è così. Nessuna moto può garantire il comfort di uno scooter con pedana, scudo e sella gigante. Chi decide di acquistare la sua prima moto, deve sapere che il suo nuovo veicolo è stato pensato per “vivere” e trarre piacere dalla guida, non esclusivamente per trasportare una persona da un posto all’altro con il minimo stress.

Buona moto a tutti!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Immatricolazione moto nuova

Immatricolazione moto nuova: tempi e spese

Ecobonus moto e scooter elettrici e ibridi prorogato per il 2020

Idee regalo Natale 2019: cosa regalare a un motociclista