Quali moto pagano meno di assicurazione

Quali moto pagano meno di assicurazione?

Sapete quali moto pagano meno di assicurazione? Prima di rispondere a questa domanda bisogna conoscere i fattori che incidono maggiormente sul calcolo del premio

27 aprile 2020 - 21:18

L’acquisto di una nuova motocicletta è preceduto da numerose valutazioni: sulla tipologia di modello, sul prezzo, sulla potenza, sui consumi, sull’estetica. E a questi dovrebbe sempre aggiungersi un altro fattore: la polizza RC moto. Non è un mistero, infatti, che i motociclisti italiani, in particolare quelli che abitano al sud o nelle grandi città, siano tra i più tartassati d’Europa a livello assicurativo. Per questo prima di comprare un ciclomotore o un motociclo bisognerebbe calcolare il preventivo della polizza obbligatoria per verificarne il costo. Una differenza di 100/200 euro all’anno tra una moto e l’altra, o anche di più, potrebbe orientare la scelta definitiva dell’acquirente. Per questo sarebbe interessante sapere quali moto pagano meno di assicurazione.

COME VIENE CALCOLATO IL PREMIO DELLA RC MOTO

Iniziamo subito col dire che sul prezzo dell’assicurazione moto incidono numerosi fattori che dipendono solo fino a un certo punto dal modello e maggiormente dal curriculum alla guida del conducente e dalla zona in cui vive. Pertanto nel calcolo del premio si considerano soprattutto l’età dell’assicurato, la provincia di residenza e la classe di merito. Un motociclista alle prime armi è reputato meno esperto, e quindi più a rischio come guidatore, e paga una tariffa più alta. A meno di beneficiare della Legge Bersani o, ancora meglio, della nuova RC auto familiare che consente di usufruire della miglior classe di merito in famiglia anche tra mezzi diversi, per esempio un’auto e una moto. Sul premio incidono inoltre le caratteristiche della polizza RC moto, specialmente il numero di garanzie accessorie, l’eventuale presenza di massimali e franchigie e la formula di guida.

MOTO CHE COSTANO MENO DI ASSICURAZIONE: OCCHIO ALLA CILINDRATA

E ci sono poi quelle peculiarità legate al modello che magari non sono di primaria importanza nel determinare l’ammontare del premio, ma che comunque influiscono anche loro sul costo finale. E pertanto è importante conoscerle per capire quali moto pagano meno di assicurazione. Ribadiamo che non ci sono modelli più cari o più economici ma elementi del veicolo che contribuiscono ad alzare o ad abbassare il rischio di incidente. E che le compagnie valutano per definire meglio le tariffe in base ai propri parametri. Tali elementi sono soprattutto la cilindrata della moto (si calcola a fasce, più la cilindrata è elevata più aumenta il premio assicurativo, anche se non è una regola fissa) e secondariamente la potenza in kW, il numero delle marce e l’anno di prima immatricolazione.

AUTO CHE PAGANO MENO DI ASSICURAZIONE: L’OPZIONE SCATOLA NERA

In Italia le polizze assicurative con scatola nera sono molto diffuse tra le automobili e molto meno tra le moto, anche se da qualche tempo stanno crescendo. La diversa diffusione è dovuta soprattutto a difficoltà di tipo tecnologico, visto che fino a pochi anni fa la dimensione delle black box non permetteva di installarle facilmente sui mezzi a due ruote e inoltre i dispositivi consumavano troppa batteria. Negli ultimi due-tre anni sono stati però lanciati sul mercato nuovi modelli di scatole nere dalle dimensioni molto ridotte che ben si adattano anche alle moto. E come d’incanto sono sorte polizze RC moto con l’opzione scatola nera che hanno subito riscontrato un certo successo, questo perché le compagnie assicurative sono solite proporre robusti sconti ai clienti che fanno installare il dispositivo.

QUALI MOTO COSTANO MENO DI ASSICURAZIONE?

Alla luce di tutto ciò, volendo rispondere alla domanda iniziale su quali moto costano meno di assicurazione, possiamo suggerire di puntare su un modello dalla cilindrata e dalla potenza non troppo elevate e immatricolata recentemente, dotata di scatola nera. E optando, allo scopo di alleggerire ulteriormente il premio RC moto, per una polizza con poche o nessuna garanzia accessoria (anche se kasko e infortuni del conducente sono quasi imprescindibili per questa tipologia di veicoli), dal massimale basso e dalla franchigia alta, con formula di guida esclusiva. Provando a beneficiare, se si parte da una classe di merito alta, del nuovo sconto familiare. Se poi si utilizza la moto saltuariamente sono senz’altro da valutare le opzioni della sospensione dell’assicurazione, dell’assicurazione temporanea e dell’assicurazione a km.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

come trasportare i bagagli

Viaggiare in moto: come trasportare i bagagli

Spie cruscotto moto

Spie cruscotto moto: simboli e significato

Assistenza stradale moto

Assistenza stradale moto: cosa copre la garanzia