In autostrada con il 125: multa e punti persi

Sappiamo tutti che non si può andare in autostrada con il 125: i trasgressori sono soggetti a una multa e alla perdita di punti patente

22 agosto 2022 - 16:30

Non si può circolare in autostrada con il 125 (e sulle strade extraurbane principali), lo sanno pure i motociclisti meno esperti. Si parla da tempo di introdurre una modifica al Codice della Strada per permettere alle moto 125 cc di girare in autostrada, limitando magari la circolazione ai soli conducenti maggiorenni, ma finora non si è mai passati dalle parole ai fatti. E le sanzioni per i trasgressori, sotto forma di multe e punti persi, restano tali.

125 IN AUTOSTRADA: LA NORMATIVA ITALIANA

Per l’articolo 175 comma 2 lettera a) del CdS è vietata la circolazione sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali (le cosiddette tangenziali) di velocipedi, ciclomotori e motocicli di cilindrata inferiore a 150 centimetri cubici se a motore termico o di potenza inferiore a 11 kW se a motore elettrico, e di motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 centimetri cubici se a motore termico.

Di conseguenza nessun conducente sotto i 18 anni (l’età minima per prendere la patente A2 che serve per guidare le moto di cilindrata superiore a 150 cc) può guidare una moto in autostrada, con una piccola eccezione: visto che dallo scorso novembre i veicoli elettrici a due ruote con potenza uguale o superiore a 11 kW possono circolare sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali, e che la patente A1 (conseguibile già a 16 anni) consente di guidare motocicli con potenza massima di 11 kW, ne consegue che con quest’ultima patente si possa liberamente circolare su autostrade e tangenziali alla guida di una moto elettrica fin dai 16 anni purché il mezzo abbia esattamente 11 kW di potenza e non superi il rapporto potenza/peso di 0,1 kW/kg.

DIVIETO DI CIRCOLAZIONE PER ALTRI MOTOVEICOLI IN AUTOSTRADA

A completamento dell’attuale normativa sulla circolazione delle moto in autostrada, dobbiamo aggiungere che l’art. 175 comma 2 lettera b) del Codice della Strada estende il divieto anche gli altri motoveicoli di massa a vuoto fino a 400 kg o di massa complessiva fino a 1.300 kg, ad eccezione dei tricicli, di cilindrata non inferiore a 250 cm³ se a motore termico e comunque di potenza non inferiore a 15 kW, destinati al trasporto di persone e con al massimo un passeggero oltre al conducente.

IN AUTOSTRADA CON IL 125: MULTE E ALTRE SANZIONI

Ora che abbiamo elencato tutti i divieti vediamo le sanzioni previste per chi circola in autostrada con una moto 125 o di cilindrata in ogni caso inferiore a 150 cc (o inferiore a 11 kW se elettrica).

I trasgressori sono puniti con una multa relativamente leggera da 42 a 173 euro, con l’obbligo di abbandonare immediatamente l’autostrada o la strada extraurbana principale (al primo casello utile), usufruendo eventualmente dell’assistenza della Polizia stradale. Si applica inoltre la sanzione accessoria della perdita di 2 punti patente (4 per i neopatentati, come sono definiti i conducenti nei primi 3 anni dal conseguimento della patente di guida).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scooter elettrico senza patente

Scooter elettrico senza patente: si può guidare?

Accensione luci moto: regole e sanzioni

Moto d'epoca

Moto d’epoca: dopo quanti anni diventa tale