Protezioni in moto: perché sono fondamentali?

Indossare le protezioni in moto è un'assicurazione contro le conseguenze più imprevedibili di una caduta o un incidente: ecco perchè sono fondamentali

1 settembre 2022 - 17:00

Lo spettacolo quotidiano offerto dal popolo dei motociclisti nelle nostre città è disarmante: la quasi totalità ostenta la ferrea convinzione della propria invulnerabilità.  Perlomeno, la scarsa diffusione delle protezioni in moto è testimone di un’incrollabile fiducia nella benevolenza della sorte. Secondo il noto principio “Gli incidenti succedono sempre agli altri”. Ma non è proprio così. Ecco perché le protezioni sono fondamentali in moto, ma sono diventate obbligatorie solo per superare l’esame pratico della patente.

Aggiornamento del 1 settembre 2022: miglioramento della leggibilità con contenuti più utili e attuali per i lettori

LE PROTEZIONI IN MOTO CONTRO L’ABBIGLIAMENTO CASUAL 

A parte l’uso del casco in moto, dettato più dall’obbligo di legge e dal timore di sanzioni, che dalla genuina consapevolezza della sua utilità, l’utente tipo  solca il traffico con il normale abbigliamento della stagione: jeans e maglioncino, o giacca e cravatta, quando va bene. Per la maggiore va la giacca imbottita, ma solo d’inverno, perché fa freddo o piove. Fino all’esplosione estiva di shorts, t-shirt e infradito, anche lungo le arterie che portano alla spiaggia. Quasi sempre con passeggero che sfoggia identico look. Quando fa caldo, indossare le protezioni in moto è un sacrificio, ma è anche vero che l’asfalto è duro e abrasivo 365 giorni all’anno. Inoltre molti ignorano il fatto che pali, semafori, marciapiedi, e altri veicoli non dosano il colpo in base a quello che si indossa in moto o scooter.

QUALI PROTEZIONI SONO INDISPENSABILI PER ANDARE IN MOTO

Nessuno ovviamente si barderebbe come un marziano per andare in ufficio o a scuola con:

tuta in pelle per moto;

paraschiena o airbag moto, come Motoairbag MAB v3 che abbiamo recensito;

stivali moto;

guanti moto.

Sono normalmente riservati alle lunghe sgroppate autostradali. Ma è necessario che anche i motociclisti “normali” comprendano l’importanza di proteggere articolazioni ed epidermide in maniera adeguata, sempre. Come? Ecco qualche consiglio:

– Indossare una giacca tecnica adatta alla moto, obbligatoria per sostenere l’esame della patente A. Ma sarebbe utile conservare questa sana abitudine. Un giubbotto tecnico, munito di protezioni rigide nei punti strategici, come schiena, spalle e gomiti;

Pantaloni lunghi, scarponcini e guanti, anche non specialistici, ma robusti e protettivi, sono il minimo per affrontare il quotidiano tragitto casa-scuola-lavoro. In caso di incidente o di una banale scivolata, fanno la loro parte, evitando quasi sempre abrasioni dolorose e fastidiose. Non di rado anche fratture che poi richiedono mesi di convalescenza e riabilitazione.

GIACCHE MOTO CON AIRBAG: LE PROTEZIONI DI NUOVA GENERAZIONE

Per i motociclisti più attenti alla sicurezza delle protezioni in moto, ormai il mercato offre da tempo anche le giacche dotate di airbag integrato. Il dispositivo di sicurezza  mimetizzato nella giacca, si attiva in brevissimi istanti prima dell’urto, proteggendo le zone del corpo più vulnerabili. Esistono diversi tipi di giacche con airbag elettronico e meccanico, con prezzi diversi. Ma ricorda che la tua sicurezza è l’investimento migliore che tu possa fare per andare in moto protetto e sereno!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Furti moto: i modelli più rubati in Italia

Arriva il casco climatizzato per estate e inverno: ecco i dettagli

Moto 125 usate

Patente A1: costo, limiti ed esami della licenza per i 125